Il reiky ti segue, ti incontra sulla strada; a mio parere siamo tutti detentori di strumenti di guarigione ma, come dimostriamo tristemente, per ogni cosa, ci manca la consapevolezza della nostra natura ancestrale, in gran parte la causa é attualmente ad attribuire alla cozzaglia di pseudo informazioni che si accavallano tra le provate sinapsi rincoglionite dalle onde elettromagnetiche dei nostri costosi, scintillanti e fragili cellulari nonché dalle loro fascinose applicazioni che ciucciano ogni nostro prezioso attimo libero rubando noi a noi stessi, ai figli, ai coniugi, alle amanti, agli amici e ai parenti….ma non riusciamo a farne a meno, come la quasi totalità dei vacanzieri dell’estate appena passata; curvi sotto il sole ed ombrellone a descrivere ogni singola virtuale meraviglia ridotta a sterili like, portatori di effimeri istanti inquantificabili istanti di virtuale godimento. Bellezze non viste, non apprezzate, non osservate, non commentate, non bramate; culi passati in secondo piano, seni abbandonati a loro stessi, volti inutilmente baciati dal sole, pelli abbronzate e luminescenti…..dimenticate e sostituite compulsivamente da centinaia di foto di un qualsiasi altro tizio in rete, di chi, dove, cosa e quando, che si sia mai conosciuto.
Estate 2018 , Reiky per la mente prima e poi per il corpo!

GmK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *